Crostata con farina di grano saraceno

 

“Per non assuefarsi, non rassegnarsi, non arrendersi, ci vuole passione. Per vivere ci vuole passione.”

Oriana Fallaci

Edera

Viole mammole

Non ho una tradizione culinaria alle spalle, le donne della mia famiglia non sono  mai state delle grandi cuciniere.

Mia nonna materna, con cui ho passato gran parte della mia infanzia, ha sempre lavorato, faceva la sarta, e da sola doveva sostenere tutta la famiglia, un marito ammalato e una figlia piccola.

Da lei posso dire di aver imparato a vestirmi, ma non certo a cucinare, la sua  cucina serviva solo per riempire la pancia e continuare a lavorare, l’unica ricetta degna di nota che mi ha lasciato è una strepitosa torta di mele. Leggi tutto “Crostata con farina di grano saraceno”

Gnocchi di ricotta ai bruscandoli

In ogni passeggiata nella natura l’uomo riceve molto di più di ciò che cerca.
(Hohn Muir)

primavera

Lunedì dell’Angelo, o come si dice in modo più informale, Pasquetta. La tradizione vuole che a Pasquetta si festeggi andando a fare delle scampagnate, o delle gite fuori porta, con annesso pic-nic o grigliata, insieme a parenti ed  amici.

Noi avevamo in programma di andare con amici a fare una camminata sulla Rocca di Garda, la Rocca è un promontorio che domina la cittadina di Garda, e da lì si può ammirare un panorama mozzafiato.

Già pregustavo una camminata  sotto un sole tiepido, una serie di foto con panorami strabilianti e per finire una bella mangiata in un ristorantino con cucina locale. Finalmente un ristorante, dopo due giorni ai fornelli, essere seduta a pranzo, servita e riverita, mi era sembrata un’ottima ricompensa. Bene, direte, bel programmino, cosa vuoi di più da un lunedì di Pasqua? Leggi tutto “Gnocchi di ricotta ai bruscandoli”

Pasta al forno con asparagi e fonduta di Monte Veronese

(.) Ti auguro tempo, non soltanto per trascorrerlo,
ti auguro tempo perché te ne resti:
tempo per stupirti e tempo per fidarti
e non soltanto per guardarlo sull’orologio.

Ti auguro tempo per toccare le stelle
e tempo per crescere, per maturare.

Ti auguro tempo per sperare nuovamente e per amare.
Non ha più senso rimandare.

Ti auguro tempo per trovare te stesso,
per vivere ogni tuo giorno, ogni tua ora come un dono.

Ti auguro tempo anche per perdonare.

Ti auguro di avere tempo,
tempo per la vita.

Elli Michler

forsizia

Sono sempre in ritardo, il tempo corre più di me e va velocissimo, tra meno di una settimana è Pasqua, e a me sembra di aver appena disfatto l’albero di Natale, ho come l’impressione che il tempo si sia  ristretto.

Qualche anno fa sapevo che per fare una determinata cosa  mi bastava un’ora, adesso mi prendo un’ora per fare una cosa, e poi, guardo l’orologio  e di ore ne sono  passate cinque. Leggi tutto “Pasta al forno con asparagi e fonduta di Monte Veronese”

Crema di patate curcuma zenzero violette e crostini aglio e limone

“La neve pose una tovaglia silenziosa su tutto. Non si sente se non ciò che accade dentro casa. Mi avvolgo in una coperta e non penso neppure a pensare. Sento un piacere d’animale e vagamente penso, e m’addormento senza minor utilità di tutte le azioni del mondo.”

Fernando Pessoa

neve e crema di patate

Marzo ci ha regalato la neve! Il paesaggio è bellissimo, ma andare e tornare dal lavoro è stato difficoltoso.

Abito su di una strada isolata e con poco traffico, normalmente questo fatto è piacevole, poco rumore,  poco inquinamento e verde a perdita d’occhio, inoltre puoi tenere la musica ad alto volume, oppure accendere la lavatrice, quando più ti piace, che non disturbi nessuno.

Quando nevica però le strade rimangono imbiancate, e con l’abbassarsi della temperatura, ghiacciano. Per percorrere i venti chilometri che mi separano dal lavoro, ci ho impiegato un’ora, se poi ci aggiungiamo che quando parto da casa sono le quattro e trenta del mattino, e c’è buio pesto, potete capire che sono arrivata al lavoro abbastanza tesa.

Leggi tutto “Crema di patate curcuma zenzero violette e crostini aglio e limone”

Bonèt

 

La sera sul ponte del Po: Magnifico! Al di là del bene e del male!

Friedrich Nietzsche

fullsizeoutput_d94

Per il mio compleanno,  la mia famiglia mi ha regalato tre giorni a Torino. Non avevo mai preso in considerazione l’idea di andarci, non rientrava nei mie progetti di viaggio, Torino invece,  si è rivelata una piacevole sorpresa. Non voglio parlarvi di come arrivare o cosa visitare, non è nelle mie intenzioni, voglio invece raccontarvi le mie impressioni.  Siamo arrivati che pioveva e il cielo era grigio e coperto, la prima impressione è stata di una città molto austera e sobria, mi è sembrato di fare un salto indietro nel tempo e di essere finita in una città nell’ottocento.  Con il passare delle ore si è rivelata invece molto elegante e  piena di vita,   è un susseguirsi di piazze, portici, palazzi, musei, viali alberati e vie piene di gente.

IMG_4900

Torino
Piazza San Carlo

Ho visitato diversi musei, ma quello che mi ha più impressionato è stato Palazzo Reale, è una reggia maestosa e sfarzosa , ogni sala è completamente affrescata, stuccata e dorata, si respira ricchezza ad ogni passo,  mi ha colpito pensare che meno di ottant’anni fa c’erano persone che ci vivevano, circondate da centinaia di servitori, persone che nel giro di pochi  giorni, hanno perso tutto.

Leggi tutto “Bonèt”

Torta delle rose

La continuità ci dà le radici; il cambiamento ci regala i rami, lasciando a noi la    volontà di estenderli e di farli crescere fino a raggiungere nuove altezze.
  (Pauline R. Kezer)

inverno

“Tutto cambia, tutto si modifica”, mio figlio quando andava alle elementari aveva un librino proprio con questo titolo, questo libro parlava della trasformazione di una serie di cose che con il passar del tempo mutavano,  in quel librino scrivevano che cambiano  persino i sassi,  figuriamoci  se non cambiano le persone.

La nostra vita è tutto un mutare, a seconda dei momenti, dei lavori che cambiamo,  degli imprevisti, delle situazioni positive o negative che viviamo  e delle persone che incontriamo sulla nostra strada, noi cambiamo continuamente.

Nella mio percorso di vita fino a questo momento mi sono messa in gioco diverse volte, soprattutto a livello lavorativo. Per problemi famigliari, non ho potuto studiare, e alla fine della terza media ho iniziato a lavorare. Leggi tutto “Torta delle rose”

Pasta e Fasoi alla Veronese

La vita non è aspettare che passi la tempesta, ma imparare a ballare sotto la     pioggia.

  Mahatma Gandhi

pioggia sui vetri

Inverno

 

legna da ardere

 

Sono giorni di freddo e di pioggia, giorni che ti inducono a stare rintanato in casa, a riflettere. La pioggia batte sui vetri, ed io mi incanto a guardare le gocce che scivolano, sbattendo disordinate e rincorrendosi l’un l’altra.

Ho la fortuna di abitare in piena campagna, quando piove tutto diventa più verde e più lucido. La pioggia che cade lava, purifica, e nei campi, rigenera e  dona la vita.

Quando ero più giovane ed incosciente, non usavo mai l’ombrello, sentire le gocce di pioggia sui capelli e sul viso, mi dava un senso di libertà infinita.  poi con l’avanzare dell’età, complice la paura di rovinare la piega o di bagnare i vestiti, ho iniziato ad usarlo, nonostante questo continuo ad amare la pioggia, il rumore delle gocce che batte sui tetti o sulle foglie ha un che di ipnotico, calma la mente e i pensieri.

atmosfera

Leggi tutto “Pasta e Fasoi alla Veronese”

Cioccolata calda con pepe di Sichuan

And when l can’t be with you dream me near

Keep me in your heart and l’ll appear

All you gotta do is turn around

Close your eyes

Look inside

I’m right her

E se non potrò essere un giorno con te sognami vicina

tienimi nel tuo cuore ed io apparirò

tutto quello che devi fare è girarti

chiudere gli occhi

guardarti dentro

ed io sarò proprio vicino a te

(I’m Right Here – Miley Cyrus)

 

autunno

cioccolata calda

Un’amica è la sorella che non hai mai avuto, ti conosce come nessun altro, puoi raccontarle quello che vuoi, senza paura di essere giudicata, ti vuole bene, indipendentemente da tutto.

Io e la mia amica del cuore ci conoscevamo da sempre, abbiamo frequentato la stessa scuola materna, la stessa scuola elementare, e la stessa scuola media, sempre insieme anche nel banco scolastico. Abitava davanti a casa mia, quindi ci vedevamo anche tutti i pomeriggi. Leggi tutto “Cioccolata calda con pepe di Sichuan”

Faraona farcita con salsiccia e castagne

Il Natale muove una bacchetta magica sul mondo

ed ecco, tutto è più dolce e più bello 

Norman Vincent Peale

natale

Natale!!!  Aspetto sempre questo periodo dell’anno con gioia e trepidazione. Gioia perché è un momento bellissimo, l’attesa, le lucine, le vie illuminate, la riunione dei famigliari, la preparazione dei regali, sono tutti aspetti del Natale che amo moltissimo.

Trepidazione e ansia, perché sono sempre in ritardo sul tempo e arrivo al giorno fatidico con l’affanno e la paura di non essere riuscita a fare tutto quello, che dovevo fare.

Ho una famiglia numerosa, composta da due genitori, tre fratelli  con rispettivi consorti e sette nipoti, e lo stesso vale per mio marito, anzi lui ha un fratello più di me.

A questa grande famiglia, negli ultimi anni si sono aggiunti i suoceri di mia sorella, la cognata con  il marito e la figlia e una zia rimasta vedova. E tutte queste persone bisogna farle sedere a casa mia, dove tutti gli anni si celebra il Pranzo di Natale.

Passo i giorni che precedono il Natale immersa in preparativi e liste, la lista del menù, e una volta deciso il menù, la lista della spesa, e fatta la spesa la lista delle cose da preparare in anticipo, quelle da preparare tre giorni prima, e così via, fino alle cose da preparare il giorno stesso.

Per il menù, cerco di prediligere cibi che si possono preparare in anticipo, quindi si alle paste ripiene, come tortellini e ravioli, alle paste al forno, alle faraone e ai capponi farciti, agli sformati e alle verdure gratinate.

Leggi tutto “Faraona farcita con salsiccia e castagne”

Torta Sbrisolona

“Lo sai perché mi piace cucinare?”

“No, perché?

“Perché dopo una giornata, in cui niente è sicuro, e quando dico niente voglio dire niente,  uno torna a casa e sa  con   certezza   che aggiungendo al cioccolato rossi d’uovo, zucchero e latte, l’impasto si addensa: è una tale conforto!”

Giulia Child

pottery inglesi

 

Ci sono cose in cucina che faccio solo ed esclusivamente a mano, anche se possiedo planetarie, cutter, minipiner ecc. ecc., questo perché per me , cucinare è terapeutico.

Tagliare, sminuzzare e affettare verdure mi rimette in pace con me stessa. Mi immergo in una sorta di limbo, dove i pensieri sono ovattati e lontani, dove non penso ai problemi grandi o piccoli che la vita ci porta quotidianamente.

Impastare un pane o mescolare un risotto, non è solo un impegno fisico, ma soprattutto mentale, in quei momenti mi estraneo completamente dal mondo che mi circonda, sono talmente concentrata in quello che sto facendo che tutto il resto non esiste.

Leggi tutto “Torta Sbrisolona”